Vai al contenuto
Portale Softair Pegatiros.com

Ordinare INT / 2860/2012, del 27 dicembre, che determina il regime applicabile a determinate armi che possono essere utilizzate in attività ricreative-sportive di softair e paintball.

03/10/2019

boe.es legge softair

Regime applicabile a determinate armi utilizzabili nelle attività sportive ricreative di softair

[Fonte Boe.es] Le attività ricreative-sportive di softair e paintball si stanno sviluppando sul territorio nazionale da circa due decenni, con un boom considerevole negli ultimi anni, che ha portato alla sua diffusione in tutta la geografia spagnola, parallelamente a una crescita e uno sviluppo internazionale delle modalità di gioco e delle armi da utilizzare.

Nelle attività sopra menzionate, vengono utilizzate armi che, usando la primavera, la primavera, l'aria compressa o il gas con un'energia cinetica nella bocca non superiore a 3,5 o 16 joule, a seconda del caso, materiale da fuoco a base di polimeri biodegradabili. Alcuni di questi gusci possono contenere liquidi o gel all'interno.

Sebbene alcune armi utilizzate nelle attività di cui sopra abbiano le stesse caratteristiche di quelle della 4a categoria dell'articolo 3 del regolamento sulle armi, approvato dal regio decreto 137/1993, del 29 gennaio, e, pertanto, sono classificati come Ciò non accade con quelli che hanno un sistema di sparo automatico o sono attivati ​​a molla o a molla. Questi ultimi non sono specificamente inclusi in nessuna delle categorie di detto articolo.

La sezione a) della terza disposizione finale del regio decreto 137/1993, del 29 gennaio, consente che, con ordinanze del ministro dell'interno, emesse su proposta della direzione generale della Guardia civile, a seguito di una relazione favorevole della commissione interministeriale Permanente di armi ed esplosivi, sarà possibile determinare, tra i regimi inclusi nel regolamento sulle armi, quello applicabile alle armi non specificamente incluso in nessuna delle categorie configurate nel suo articolo 3.

Il presente Ordine è emesso al fine di determinare il regime del regolamento sulle armi applicabile a determinate armi utilizzate nelle attività sportive ricreative di softair e paintball.

Durante il trattamento dello stesso, è stata motivata la procedura di audizione di cui al paragrafo c) della prima sezione dell'articolo 24 della Legge 50/1997, del 27 novembre, del Governo, essendo stata informata favorevolmente dalla Commissione Interministeriale Permanente di Armi ed esplosivi.

In virtù, in conformità con la sezione a) della terza disposizione finale del regio decreto 137/1993, del 29 gennaio, fornisco:

Articolo 1. Armi sportive giocose.

1. Un'arma per uso sportivo ricreativo è intesa come un'arma azionata a molla, a molla, ad aria compressa o gas, con un foro liscio o rigato, che spara proiettili di materiale a base di polimeri biodegradabili, che possono contenere o meno liquidi o gel in al suo interno, che deve essere conforme alle normative ambientali.

2. A seconda del proiettile sparato dalle armi per uso ricreativo e sportivo, viene fatta una distinzione tra armi chiamate "softair" e armi chiamate "paintball".

a) Il proiettile di armi sportive ricreative chiamato «softair» avrà un peso non superiore a 0,45 grammi, il suo diametro massimo sarà di 8 millimetri e l'energia cinetica in bocca non supererà i 3,5 joule.

b) Il proiettile di armi sportive-ricreative chiamato "paintball" conterrà liquidi o gel all'interno e il suo peso non può superare i 4 grammi, il suo diametro massimo sarà di 18 millimetri e l'energia cinetica in bocca non supererà i 16 joule.

Articolo 2. Armi sportive-ricreative il cui sistema di tiro è automatico o attivato a molla o a molla.

1. Il regime applicabile alle armi sportive ricreative il cui sistema di tiro è automatico sarà quello stabilito dal regolamento sulle armi, approvato dal regio decreto 137/1993, del 29 gennaio, per la categoria 4.1 dell'articolo 3.

2. Il regime applicabile alle armi sportive ricreative che sono attivate a molla o a molla sarà quello stabilito dal regolamento sulle armi per la categoria 4.2 del suo articolo 3.

Prima disposizione finale. Titolo di competenza.

Il presente Ordine è emesso sotto la competenza esclusiva dello Stato in materia di produzione, commercio, possesso e uso delle armi di cui all'articolo 149.1.26.ª della Costituzione.

Seconda disposizione finale. Entrata in vigore

Il presente Ordine entrerà in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione nella "Gazzetta ufficiale dello Stato".

Madrid, 27 dicembre 2012. - Il ministro degli interni, Jorge Fernández Díaz.

Cinese (semplificato)DutchIngleseFranceseTedescoItalianoGiapponesePortogheseRussianSpagnolo